Scanderebech: “Parere unanime in Sala Rossa – l’ordinanza su San Salvario non può funzionare così!”.

l’ordinanza su San Salvario non può funzionare così!”.
Torino (MEDIAINFORMER) 29 Maggio 2014
Voti totali: 0

Sono state concesse oggi in Sala Rossa le comunicazione del Sindaco richieste dal Capogruppo Federica Scanderebech sull'ipotetica ordinanza di restrizione degli orari dei locali in San Salvario, a rispondere è stato l’Assessore Mangone.

L’ordinanza non è stata ancora emessa ma è al vaglio dopo un lavoro di indagine per arrivare ad un accordo tra le parti.

Dichiara il capogruppo Federica Scanderebech: “Non sono d’accordo su questa ordinanza, così come sono sfavorevoli anche tutti i miei colleghi che si sono oggi espressi in aula. E’ come dire ad un fruttivendolo di aprire alle 8 e chiudere alle 9!

I proprietari dei locali hanno investito ingenti somme di denaro per rivalutare la zona e il Comune ha incassato importanti somme dalle entrate di licenze, dehors e posteggi,  è obbligo morale della Città garantire loro l’esercizio delle proprie attività”.

 

Incalza Scanderebech: “I provvedimenti che l’Amministrazione dovrà adottare dovranno essere inattaccabili da eventuali ricorsi al Tar e al Tribunale Amministrativo, va sempre tenuta in considerazione l’importanza dettata dal decreto sulle liberalizzazioni”.

 

Continua la Scanderebech: “Occorrerebbe adottare delle altre misure, quali ad esempio, la chiusura al traffico di alcune strade della zona, con il conseguente incremento dei passaggi dei mezzi pubblici notturni (starnight) e arrivare quanto prima ad una convenzione con le categorie dei taxisti per un’eventuale tariffa notturna agevolata che possa garantire, insieme ai mezzi pubblici, un reale deflusso composto e silenzioso della movida”.

 

Conclude la consigliera Scanderebech: “Chiedo fermamente quanto prima un dibattito in Commissione con gli Assessori Tedesco, Mangone, Lubatti, per poter discutere del provvedimento e l’ambito della sua applicazione senza scontentare nessuno.

La vicenda non finisce qua, assicura la Consigliera Scanderebech”.

 

Il Capogruppo

Federica Scanderebech


Data ultima modifica: Gio, 29/05/2014 - 11:41am