Rivivere il Medioevo con Gallo Rosso

Dal maso al castello
Bolzanio (MEDIAINFORMER) 8 Marzo 2017
Voti totali: 0

L’Alto Adige è una delle regioni in Europa più ricche di castelli, fortezze e residenze storiche, testimoni di un antico passato di dominio e di strategia economica del territorio altoatesino. Questa regione da sempre ha rappresentato il passaggio obbligato per re, imperatori, commercianti, pellegrini, poeti e letterati per raggiungere il sud, lungo il percorso del Brennero e della Valle Isarco.

 

In Alto Adige infatti si contano, tra castelli e rocche, circa 800 edifici, 200 solo nella zona di Bolzano, un patrimonio che per la maggior parte è rimasto in ottimo stato, grazie anche alle opere conservative effettuate, tanto che alcuni manieri e palazzi sono diventati sedi di musei da visitare, dove fare un tuffo all’indietro nel tempo fino al Medioevo.

 

Per andare alla scoperta di queste antiche dimore, in cui dame e cavalieri erano protagonisti di intrighi e duelli, esistono molti masi Gallo Rosso situati in luoghi strategici per un facile raggiungimento dei vari castelli altoatesini.

 

Il maso biologico Weingut Stuck, oltre ad essere immerso in un contesto meraviglioso perché circondato dai propri vigneti, con un giardino rigoglioso, un proprio laghetto balneabile ed una vista stupenda sulla città di Bolzano e sullo Sciliar, si trova in un’ottima posizione perché situato ad Appiano, vicino alla “passeggiata dei tre castelli” (Castel d’Appiano, Castel Boymont e Castel Corba), una piacevole escursione molto consigliata nella stagione della primavera.

 

Per visitare Castel Montechiaro in Val Venosta, il maso ideale in cui soggiornare è Hof am Schloss, il cui nome significa appunto “maso vicino al castello”. Questo maso, i cui ospiti possono godere di silenzio e tanta natura, mentre i bambini giocano nel parco giochi esterno o si divertono a mungere e foraggiare gli animali in stalla, è nella località di Prato allo Stelvio, ai piedi delle rovine di Castel Montechiaro, che risale al XIII secolo, noto in lingua tedesca come Schloss Lichtenberg.

 

A pochi passi dal maso Schlosshof di Fiè allo Sciliar (in estate luogo ideale per i numerosi sentieri e percorsi ciclabili nel parco naturale, in inverno un paradiso per gli amanti dello sci), sorge, su un promontorio roccioso con l’imponente massiccio dello Sciliar sullo sfondo, il Castello medievale di Presule. Questo sontuoso maniero era di proprietà del famoso menestrello e poeta medievale Oswald von Wolkenstein.

 

Gallo Rosso inoltre, offre anche la possibilità di soggiornare in diversi masi storici, alcuni dei quali sono dei veri e propri castelli, come Ansitz Schloss Gravetsch, un maso sotto tutela la cui storia è testimoniata dal 1150 d.C.. Per gli ospiti sono disponibili due appartamenti e tante opportunità per trascorrere una vacanza indimenticabile.

 

Per scegliere il maso in cui soggiornare per raggiungere i castelli in Alto Adige, è possibile ricevere a casa gratuitamente il catalogo “Agriturismo – le vacanze diverse 2017”, richiedendolo al numero 0471/999308, via email a info@gallorosso.it o attraverso questo link.

 

I masi Gallo Rosso sono oltre 1600 e sono tutti presenti sul sito www.gallorosso.it, dove è possibile effettuare una ricerca utilizzando i filtri a disposizione, che aiutano ad individuare facilmente gli agriturismi che rispondono perfettamente alle proprie esigenze.


Data ultima modifica: Mar, 14/03/2017 - 3:08pm