Red Bull Mind Gamers: tutto è pronto per la finalissima di Budapest

Il 25 Marzo l’ultimo atto tra i migliori team dei 22 Paesi in gara per conquistare il titolo di Mission: Unlock Enoch. Diretta streaming su redbull.tv
Budapest (MEDIAINFORMER) 14 Marzo 2017
Voti totali: 0
Immagini
(1754 x 1240 pixel 328.44 KB)
Per la prima volta nella nuova era dei mind games, i più abili giocatori del pianeta potranno mettersi alla prova nella più avvincente delle sfide: tutto è pronto per Mission: Unlock Enoch, la finalissima mondiale dei Red Bull Mind Gamers in programma per il 25 Marzo a Budapest. Più di 9.000 giocatori si sono registrati online e durante le qualificazioni in 75 tappe, ma solo una squadra per ognuno dei 22 Paesi coinvolti potrà partecipare alla sfida decisiva nell’escape room più complessa di sempre, creata dalle più brillanti menti del mondo del gaming. Nelle qualificazioni italiane il team più abile e veloce nel superare la prova del cubo digitale è stato A.S. PIRINA: nella tappa di Torino, Edmondo Lanciotti, Andrea Bongiovanni, Umberto Cian e Luca Pascarella hanno avuto la meglio sugli avversari sbloccando la complicata sequenza in 11 minuti e 17 secondi. Per loro il prossimo passo sarà affrontare le altre squadre qualificate, in una sfida globale che terrà giocatori e pubblico col fiato sospeso. Giovedì 23 e venerdì 24 Marzo andranno in scena le semifinali dei Red Bull Mind Gamers. Lo scontro finale tra i due i team che il 25 Marzo si contenderanno il titolo nell’ultimo atto di questa sfida mondiale sarà trasmesso dalle ore 20.00 in diretta streaming in esclusiva su redbull.tv da TV, console e ogni tipo di dispositivo mobile. Ideata e realizzata da Scott Nicholson, Visiting Professor al MIT e docente di Game Design and Development presso il BNGLab della Wilfrid Laurier University di Brantford in Canada, la sfida finale di Mission: Unlock Enoch è una corsa contro il tempo in cui le squadre dovranno dare prova della loro abilità nel risolvere le sfide di logica, strategia, intelligenza visiva e creatività. Il nostro obiettivo era quello di creare sfide che abbiano a che fare con il mondo del calcolo quantistico, che combinino elementi fisici e mentali, in un contesto concreto, riducendo la dipendenza da uno specifico linguaggio e coinvolgendo gli osservatori - spiega l’ideatore, che aggiunge - Abbiamo tolto enfasi agli elementi tipici e agli enigmi mentali, evitando chiavi e luci ultraviolette, cercando la strada per un nuovo concetto di sfida per il corpo e la mente. Il 25 Marzo occhi puntati sulla finalissima di Budapest, per scoprire quale sarà il primo team vincitore mondiale dei Red Bull Mind Gamers.

Data ultima modifica: Mar, 14/03/2017 - 3:25pm