Kipling e la scimmietta icona.

Curiosità del successo del marchio Kipling
milano (MEDIAINFORMER) 8 Giugno 2017
Voti totali: 0

Una allegra e divertente scimmietta non potrebbe essere consigliata alla maggior parte di imprese di borse di alta qualità, ma per Kipling è il suo modo di vivere e distinguersi.

Kipling, marchio di accessori, specializzato in borse, zaini e totes, è stato costruito sui pilastri della giocosità, dell'avventura e del dinamismo.

La scimmia di Kipling è simbolo di divertimento e avventura, così è divenuta icona del marchio.

Non molto più tardi dell'inizio della sua popolarità, Kipling, decise di rendere questa scimmietta icona, una vera protagonista, dando, ad ogni scimmietta, un nome di un impiegato della grande azienda Kipling. In questo modo ogni scimmietta è diventata unica, divenendo un elemento ambito per tanti collezionisti.

Kipling, inoltre, fondata nel 1987, con il nome ispirato, visto l'ammirazione e la simpatia che nutriva il fondatore verso lo scrittore, Rudyard Kipling, che con il suo Libro della giungla, rinomato a livello mondiale e libro preferito dal fondatore di Kipling, ha sempre cercato di distinguersi da altri marchi di borse, proprio nel proporre prodotti divertenti e giovani, rivolgendosi a persone con stili di vita anche diversi fra loro, da chi vive avventure all'aperto, fino allo studioso e alla giovane casual spensierata.

Kipling da sempre propone una linea di classici, con riedizioni di alcuni delle più famose borse vintage, riadattate allo stile contemporaneo di oggi, con sfumature di colori vivaci e frizzanti dall'arancio al blu elettrico.

Kipling da sempre si diverte a creare prodotti fantasiosi, invitanti ed intelligenti, sempre con lo spirito del marchio, anche nell'evoluzione avvenuta negli anni, le caratteristiche principali che sono identificative dell'azienda, sono rimaste sempre integre e ben salde.

Inoltre, un incidente felice, fece di Kipling, ciò che è ancora oggi.

Infatti, durante uno studio per la realizzazione di un tessuto ultra resistente, quando il telaio , malfunzionante, ha “tirato” il materiale, donandoli quell'aspetto stropicciato, inconfondibile di Kipling.


Data ultima modifica: Lun, 26/06/2017 - 5:42pm