CHEP e la Federazione Europea dei Banchi Alimentari insieme per alleviare la fame e ridurre lo spreco di cibo

CHEP, la società leader nelle soluzioni per la supply chain e FEBA (European Federation of Food Banks - Federazione Europea dei banchi alimentari) collaborano dal 2016 per aiutare ad alleviare la fame e a ridurre la povertà, la denutrizione e lo spreco di
Milano (MEDIAINFORMER) 30 Gennaio 2018
Voti totali: 0

Comunicati risultati ed obiettivi raggiunti nel periodo 2016-2017

 

Milano, 30 gennaio 2018 – CHEP, la società leader nelle soluzioni per la supply chain e FEBA (European Federation of Food Banks - Federazione Europea dei banchi alimentari) collaborano dal 2016 per aiutare ad alleviare la fame e a ridurre la povertà, la denutrizione e lo spreco di cibo in tutta Europa. Nell’ambito di questa partnership triennale, CHEP mette a disposizione il proprio know-how relativo alla supply chain, nonché volontari e donazioni per aiutare a finanziare le attività di FEBA.

 

I banchi alimentari utilizzano i pallet CHEP e li considerano indispensabili per lo svolgimento delle loro attività e per l’efficiente distribuzione delle donazioni. Lo scorso anno, i banchi alimentari hanno ricevuto oltre 94.000 pallet blu con donazioni di cibo e centinaia di collaboratori CHEP hanno fatto la loro parte, offrendo migliaia di ore di volontariato negli ultimi due anni.

 

Nel 2017 CHEP e FEBA hanno sviluppato una serie di progetti di collaborazione in tutta Europa:

 

· In Irlanda, CHEP ha favorito lo scambio di informazioni tra i suoi clienti e FEBA per aumentare le donazioni di cibo a Cross Care, l’organizzazione dei banchi alimentari irlandese. Il risultato? Nove produttori e un retailer hanno iniziato a fare donazioni ai banchi alimentari.

 

· Il progetto in Italia ha potuto contare sia sul know-how di CHEP nella supply chain che sulla sua gestione dei trasporti che hanno supportato il Banco Alimentare nell’ottimizzazione e nella riduzione dei costi di trasporto. Quest’iniziativa ha già fatto risparmiare al Banco Alimentare oltre € 26.000 sui trasporti, l’equivalente di oltre 370.000 pasti.

 

· Il team CHEP della Gran Bretagna ha elaborato un progetto per integrare il programma di promozione della salute e sicurezza di Brambles (Zero Harm) nell’attività di FareShare, un’organizzazione che nel Regno Unito si occupa del recupero del cibo idoneo al consumo per le associazioni e gli enti di beneficenza che sono in prima linea nella lotta agli sprechi. Tramite audit e valutazioni esterne, CHEP ha aiutato FareShare a creare un ambiente di lavoro sicuro per i propri volontari e collaboratori.

 

Iñigo Canalejo, CHEP Sustainability Director EMEA, ha dichiarato: “Collaborare per due anni con FEBA nella lotta contro la fame e lo spreco di cibo è stato un onore per noi. Uno dei principali obiettivi del nostro modello aziendale è quello di eliminare gli sprechi nella supply chain, soprattutto quando si tratta di cibo. Supportare i banchi alimentari locali con le nostre competenze nella supply chain non solo è utile ai membri di FEBA ma contribuisce a sensibilizzare anche i nostri collaboratori”.

 

Patrick Alix, Segretario Generale FEBA, ha affermato: “Sostenendo FEBA, CHEP si impegna attivamente per alleviare la fame, riducendo lo spreco di cibo in tutta Europa. FEBA ha saputo eliminare gli ostacoli alle donazioni alimentari a livello di Unione Europea partecipando alla stesura e all’adozione delle linee guida UE sulle donazioni di cibo, in collaborazione con FoodDrinkEurope ed EuroCommerce, nonché con HOTREC. Queste linee guida consentono una maggiore e più sicura redistribuzione delle eccedenze alimentari a gruppi della popolazione vulnerabili, per consentirgli di esercitare il loro diritto ad un cibo nutriente.”

 

“Il modo in cui si è impegnata al fianco dei banchi alimentari in diversi Paesi europei attraverso questi progetti è semplicemente straordinario. Siamo molto riconoscenti a CHEP per la sua fiducia nella nostra rete e per la professionalità e l’entusiasmo dei suoi collaboratori, come dimostra la rapidità di lancio e di realizzazione dei diversi progetti.”

 

 


Data ultima modifica: Mar, 06/02/2018 - 9:16am